Alimentazione, Informazione!

Meglio integrale per prevenire il tumore? E il sale?

A queste domande si può rispondere che in un’alimentazione equilibrata il 55-60% circa delle calorie della razione giornaliera dovrebbero provenire dai carboidrati, dei quali almeno tre quarti sotto forma complessa (amidi) e non più del quarto restante sotto forma semplice (“zucchero”, fruttosio, lattosio, ecc.).
I carboidrati vengono facilmente assorbiti e utilizzati dall’organismo e senza produrre scorie metaboliche. Assicurano alle cellule un rifornimento di glucosio, e perciò di energia, di pronto utilizzo.

Gli amidi (presenti nei cereali e nelle patate) sono carboidrati complessi che devono essere prima scissi dagli enzimi digestivi con rallentamento dell’assorbimento. In tal modo il rifornimento di energia è costante e prolungato nel tempo, in modo tale da evitare brusche variazioni del tasso di glucosio nel sangue.

I cibi amidacei e i legumi (oltre alla frutta e alla verdura) contengono inoltre una buona quantità di fibra alimentare, che sembra avere un effetto protettivo specie sul cancro del colon riducendo la concentrazione dei cancerogeni.

Quant’è l’apporto di fibra consigliato ?

Attorno ai 20-30 grammi al giorno.

Contenuto di fibra alimentare negli alimenti:

E i dolci sono pericolosi?

Vanno molto limitati perché contengono zuccheri semplici assorbiti velocemente con un brusco aumento della glicemia. Il corpo risponde a questo stimolo con un elevato rilascio di insulina da parte del pancreas. L’insulina non solo ha un effetto ipoglicemizzante, ma sembra che funga anche da segnale per la proliferazione cellulare e quindi è potenzialmente cancerogena, se escreta in dosi molto alte. Per questo un eccesso di zuccheri semplici e dolci sembra aumentare il rischio di sviluppare tumori, specie,alla mammella.


Salare troppo fa male?

La risposta è affermativa nella stragrande maggioranza delle persone. Il sale (comune) è una delle principali sorgenti di sodio, un sale minerale indispensabile per il nostro organismo (al punto che nell’antichità si pagava il lavoro con il sale, da cui salario). Tuttavia, non è necessaria l’aggiunta di sale ai cibi, perché il sodio contenuto negli alimenti è già sufficiente a coprire le necessità dell’organismo.

L’eccesso di sale (come avviene comunemente nella nostra dieta) può avere una serie d’effetti negativi:
aumento del rischio di ipertensione arteriosa
aumenta il rischio di malattie cardiovascolari e renali (anche indipendentemente dall’ipertensione arteriosa)
aumento delle perdite urinarie di calcio con rischio di osteoporosi
aumento del rischio di tumore dello stomaco

É consigliabile quindi limitare il consumo di alimenti salati e l’uso di sale nel preparare gli alimenti.
Attenzione anche alle fonti “nascoste” di sale (dado da brodo, ketchup, senape, salsa di soia)!

Ci sono metodi alternativi per insaporire i cibi?

Per insaporire gli alimenti si consiglia di usare erbe aromatiche e spezie. Quelle tipicamente usate nella cucina mediterranea non solo rendono i piatti più appetitosi, ma rappresentano un’eccellente fonte di antiossidanti.
Anche il succo di limone e l’aceto permettono di dimezzare l’aggiunta di sale e di ottenere cibi ugualmente saporiti, agendo come esaltatori di sapidità.

L’apporto giornaliero di sale non dovrebbe superare i 6 grammi (corrisponde a ca. 1 cucchiaino colmo da tè).

Alla prossima……

Dott. Michael Kob e Lucio Lucchin

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è lilt-logo-copia-4-1.png

Seguiteci anche sul nostro sito internet:
www.liltbolzanobozen.com

Questa immagine ha l'attributo alt vuoto; il nome del file è assemblea-dei-soci-03.jpg
I nostri collaboratori

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...